News

Ultime notizie in materia previdenziale, tributi, agevolazioni, bonus

Casuali contratto a tempo determinato

Un contratto a tempo determinato può non contenere casuali, purchè sia inferiore a 12 mesi.

E se il contratto dura più di 12 mesi?
Se la durata del contratto è maggiore di 12 mesi è necessario che riporti la causale. Secondo il “decreto dignità” le casuali ammesse sono le seguenti:
•    esigenze temporanee e oggettive, estranee all’ordinaria attività;
•    esigenze di sostituzione di altri lavoratori;
•    esigenze connesse a incrementi temporanei, significativi e non programmabili, dell’attività ordinaria.

Che succede se il contratto non indica la casuale?
Nel caso in cui il contratto a termine non indica la casuale, esso si convertirà in un contratto a tempo indeterminato. Medesimo principio vale anche per i contratti in cui la causale è generica o falsa o non chiarisce concretamente in cosa consistono le esigenze temporanee.

Per maggiori informazioni e per assistenza legale i nostri esperti sono a vostra completa disposizione.

© 2017-2022 Pratiche Previdenziali. All Rights Reserved.