News

Ultime notizie in materia previdenziale, tributi, agevolazioni, bonus

Contratto di rioccupazione

Il decreto Sostegni bis mette in campo un nuovo bonus per le assunzioni pensato per incentivare i datori di lavoro per arginare la possibile crisi occupazionale che si preannuncia con la fine del blocco dei licenziamenti. Si tratta del cosiddetto Contratto di rioccupazione.
Il contratto di rioccupazione prevede che le assunzioni a tempo indeterminato realizzate:

  • dal 1 luglio 2021 fino al 31 ottobre 2021 di lavoratori in stato di disoccupazione, definite con un contratto formativo di inserimento, con il consenso del lavoratore e godono per 6 mesi di un esonero contributivo totale, con massimo di 3000 euro complessivamente, esclusi i premi e contributi INAIL.
  • Alla fine del periodo di prova di 6 mesi in caso di mancata conferma dell'assunzione l'importo risparmiato deve essere versato all'INPS.
  • Sarà attivabile in tutti i settori tranne agricoltura e lavoro domestico.
  • il datore di lavoro non dovrà aver effettuato licenziamenti nei mesi precedenti

Chi sono i soggetti beneficiari?
La norma richiede lo stato di disoccupazione e ciò comporta l'esclusione dei lavoratori in cassa integrazione che saranno oggetto di licenziamento non appena cadrà il blocco . Quindi proprio la categoria che si cerca di proteggere non riuscirebbe a fruire del nuovo incentivo.

Quali sono i vincoli per il datore di lavoro?

  1. Il datore di lavoro deve aver effettuato licenziamenti nei sei mesi precedenti e deve impegnarsi anche per i successivi;
  2. non deve avere in atto sospensioni dal lavoro legate a una crisi o riorganizzazione aziendale per lavoratori allo stesso livello
Tags:
© 2017-2022 Pratiche Previdenziali. All Rights Reserved.