News

Ultime notizie in materia previdenziale, tributi, agevolazioni, bonus

Durc di congruità: novità

Con il nuovo adempimento del DURC di congruità il Ministero del Lavoro disegna i contorni di una procedura di verifica volta a contrastare il lavoro nero nel settore dell’edilizia.
Si tratta di una norma che, in materia di contratti pubblici, impone alle aziende di ottenere l’attestazione di congruità dalla Cassa Edile territorialmente competente.
Nel dettaglio, la procedura verifica l’incidenza della manodopera impiegata nella realizzazione di lavori edili eseguiti da imprese affidatarie, in appalto o subappalto, oppure da lavoratori autonomi coinvolti nella loro esecuzione e trova applicazione, in particolare, nei seguenti ambiti:

  • lavori pubblici;
  • lavori privati il cui valore sia uguale o superiore a 70.000 euro.

Nella pratica, la verifica che viene effettuata dalla Cassa è un confronto tra il costo del lavoro sostenuto dall’impresa e gli indici minimi di congruità riferiti alle singole categorie di lavori.

Il DURC di congruità deve essere richiesto per i lavori iniziati dal 1° novembre 2021 alla Cassa Edile territorialmente competente da parte dell’impresa affidataria, oppure di un suo delegato, o da parte del committente.

 

Tags:
© 2017-2022 Pratiche Previdenziali. All Rights Reserved.