News

Ultime notizie in materia previdenziale, tributi, agevolazioni, bonus

Stralcio dei debiti fino a 5000euro

Lo stralcio dei debito fino a 5000euro relativo al periodo 2000-2010 include anche quelli per i quali è in corso di pagamento un piano di definizione agevolata. Si tratta, nel dettaglio, delle cartelle ammesse alla pace fiscale, ossia la rottamazione ter e il saldo e stralcio.

Il Decreto Sostegni include nello stralcio automatico i debiti di importo residuo non superiore a 5.000 euro, comprensivo di capitale, interessi per ritardata iscrizione a ruolo e sanzioni ricompresi nelle definizioni agevolate introdotte in precedenza. La portata dello stralcio delle cartelle è ampia ma circoscritta ai contribuenti con reddito nel 2019 non superiore a 30.000 euro, limite che si applica in maniera univoca a persone fisiche e non.
sulla base del ritardo del decreto ministeriale, l’Agenzia delle Entrate Riscossione mette a disposizione dei contribuenti un servizio per verificare i carichi ammessi alla procedura di stralcio automatico. E' possibile, infatti, controllare se nel piano di pagamento della rottamazione ter e del saldo e stralcio delle cartelle sono presenti debiti annullabili, ma esclusivamente per i contribuenti in regola con il versamento delle rate in scadenza nel 2019.

La verifica circa la possibilità di rientrare nello stralcio automatico dei debiti per i carichi inclusi nella pace fiscale si applica a patto di essere in regola con il versamento delle rate in scadenza nel 2019.
Sia per la rottamazione ter che per il saldo e stralcio delle cartelle, il mancato versamento delle rate entro il 9 dicembre 2019 ha comportato la decadenza dal piano di definizione agevolata.

© 2017-2022 Pratiche Previdenziali. All Rights Reserved.